lunedì 12 gennaio 2009

Sette anime


Venerdì scorso io e Neverland siamo andati nel nostro cinema preferito a vedere Sette Anime . Voglio essere onesto ed ammetere che sono andato a vedere questo film con un pò di scetticismo: mi piace Will Smith ma avevo l'impressione che il film in questione fosse più che altro un prodotto commerciale (vedi Hancock) pubblicizzato in Italia anche grazie alla presenza del regista Muccino. Sono contento di essermi ricreduto.
Sette anime è un film che fa riflettere, che emoziona , che tocca, a mio avviso, la sensibilità di tutti noi.
Vi racconto brevemente la trama e nel farlo vi consiglio caldamente di non cercarla in internet perchè inevitabilmente verreste a conoscenza dell'intera storia del film:

Will Smith interpreta Ben Thomas, un uomo che ha commesso un errore gravissimo che non gli darà più pace ("In sette giorni Dio creò il mondo, in sette secondi io ho distrutto il mio") . Decide quindi di remidersi facendo del bene a sette persone meritevoli, sette anime bisognose di cui prendersi cura.

Questo potrebbe sembrarvi poco, ma in realtà un paio di parole in più potrebbero rovinarvi la sorpresa perciò perdonatemi se non vi dirò di più a riguardo.

Il titolo:
In lingua originale il film è intitolato Seven Pounds (Sette libbre), rievocando la libbra di carne di Shakespeariana memoria. In italiano è stato scelto di sostituire "libbra" con "anime", la differenza tra i due titoli vi risulterà chiara dopo la visione del film.

Will Smith:
Semplicemente grandioso. Un'interpretazione da brividi. Come mi ha fatto giustamente notare Neverland, i suoi occhi esprimono tutto il dolore che il suo personaggio vive e con il quale convive. Il suo sorriso quando va a trovare le persone che ha deciso di aiutare, è già entrato negli annali del cinema. Credo che con questa interpretazione Will Smith si sia garantito una nomination agli Oscar e se così non fosse, sarebbe un vero peccato.

Gabriele Muccino:
Poteva essere un'occasione per dare un'impronta italica ad un film americano, ma di italiano Muccino ci mette solo il nome. La regia è tipicamente americana e non mancano scene care alla tradizione stelle e strisce (vedi la corsa sotto la pioggia, scena che di solito appartiene a Tom Cruise). Tutti ciò non significa che il film non sia girato propriamente ma anzi sa raccontare magnificamente il dolore dei personaggi, la loro sofferenza, la loro vita.


In conclusione consiglio vivamente a tutti di andare a vedere questo film, ingiustamente stroncato dalla critica che lo ha definito "completamente stupido" o "insopportabilmente ottimistico" ma giustamente premiato dal successo di pubblico.

Alla fine del film, si sono accese le luci in sala e gli occhi di tutti erano segnati dalle lacrime, segno che questo film sa toccare la sensibilità dello spettatore, raccontando semplicemente le emozioni che la vita sa regalarci.

Il trailer:


12 commenti:

Neverland ha detto...

"..la Vita è breve l'arte è lunga.." scriveva Seneca. Complimenti per la tua recensione, davvero calibrata, la condivido in pieno!!

the Tramp ha detto...

@Neverland grazie dei complimenti.

Sono curioso di sapere se chi passa per questo blog sia d'accordo con la critica o più vicino al mio punto di vista. Il distacco tra i due pareri mi sembra enorme.

Luca and Sabrina ha detto...

Bella recensione, soprattutto perchè i commenti molto superficiali sentiti in questi giorni, da colleghi di lavoro che hanno visto questo film, mi avevano sinceramente sorpresa.Bene o male dicevano tutti che si tratta di un film piatto e noioso. I miei gusti difficilmente incontrano quelli dei più, tanto che solitamente ciò che a me piace, viene bollato come "mattone". I vari commenti mi avevano acceso ancora di più la voglia di andare a vedere questo film al cinema. La tua recensione mi fa sentire meno sola.
Un abbraccio da Sabrina
Sabrina&Luca

AndreA ha detto...

Se lo riuscirò a vedere, poi ti faccio sapere...

A presto! ;-)

The Sun ha detto...

Mi hai messo curiosità, potrei andare a vedere sette anime anche se non è proprio il mio genere di film...troppo strappa lacrime forse ma rimando il mio giudizio...

Ciao e a presto...

;-)

the Tramp ha detto...

@Luca&Sabrina è vero, questo film ha spaccato in due l'opinione del pubblico: o è piaciuto molto oppure viene ritenuto un film stupido

@Andrea fammi sapere

@The Sun aspetto la tua opinione

Neil McCauley ha detto...

ciao!

complimenti per la recensione molto bella. sinceramente ho molti pregiudizi nei confronti di questo film pero mi hai convinto lo andrò a vedere malgrado non sia affatto un fan di muccino e di will smith.

pero visto che spesso abbiamo gusti simili stai certo che lo vedro:)

ancora complimenti e stammi bene!

ps: ho risposto alla tua email non so se ti è arrivata.
ps: domani apaloosa o the spirit.

Neverland ha detto...

Non riesco a capire perchè un film drammatico debba essere definito "strappalacrime",quasi con un senso di ribrezzo..come se il pianto fosse una vergogna,una debolezza.Il pianto è importante quanto il riso. Ma le emozioni, ragazzi, dove le avete lasciate?Su facebook? sullo schermo del grandefratello? sulle pagine di astrologia di branco?.. E poi: la critica stronca un film e noi ci facciamo dire cosa "è il caso di vedere"? Decidiamolo noi se un film ci piace o no,guardiamolo e poi decidiamo..Io adoro sfidare le condanne a morte dei critici cinematografici. Voglio esagerare: se vedendo sette anime non sentirete di dover piangere forse non avrete carpito il significato del film. (premetto che non sono una fan di Muccino e non ho apprezzato molto La ricerca della felicità). Baci a The Tramp!

Tenebrae ha detto...

ciao tramp (e saluto anche neverland già che ci sono)!

questo film abbiamo già intenzione di vederlo con mia moglie, e dopo questa tua recensione positiva non ho più dubbi

will smith è davvero un grande e lo sta dimostrando in tutte le sue interpretazioni... ah, a me hancock è piaciuto tantissmo ;)

Irene ha detto...

Gà messo in lista tra i film da non perdere. ciao ciao

the Tramp ha detto...

@Neil spero che riuscirai a vedere il film e che ti piaccia.Fammi sapere.

@Neverland sono d'accordo: un film che provochi le lacrime è un film che riesce a toccare la nostra anima, la nostra sensibilità. Molti dei miei film preferiti mi strappano una lacrima ogni volta che li vedo. Per quanto riguarda la critica, di solito la penso sempre in modo opposto, figuriamoci.

@Tenebrae saluti a te e Mafalda, allora aspettiamo il vostro commento dopo la visione del film. Hancock non mi è dispiaciuto, ma è tutt'altro genere di film, un prodotto commerciale che sfrutta il momento positivo dei supereroi sul grande schermo. Will Smith è sempre più bravo.

@Irene facci sapere anche tu la tua opinione sul film quando riuscirai a vederlo.

Buon week end a tutti!

Rorò ha detto...

Grazie per questa bellissima recensione! Voglio andare al più presto a vedere questo film. Da ciò che scrivi non devo assolutamente perdermelo.

Un caro saluto.
Rorò